Dicembre 5, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

200 milioni di euro: Apple e Amazon devono pagare multe in Italia

A seguito di un processo competitivo avviato dalla Repubblica Italiana contro la società di e-commerce Amazon e il gruppo di iPhone Apple nell’estate del 2020, entrambe le parti devono ora pagare multe più elevate per potenziali accordi di vendita e accordi esclusivi inaccettabili. Si tratta di un’autorità competente, autorizzata dalle Garanzie de la Concorrenza e del Mercato o abbreviata da AGCM.

Di conseguenza, l’importo totale da pagare è di oltre 200 milioni di euro. La quota del leone di Apple è in calo con 134,5 milioni, mentre Amazon dovrebbe pagare 68,7 milioni di euro. Inoltre, le aziende dovrebbero rimuovere le restrizioni sui fornitori di terze parti in modo che possano vendere i loro prodotti sul sito italiano di Amazon (Amazon.it), lamentandosi “imparzialmente” dei prodotti di Apple e della sua controllata audio Beats.

L’AGCM inizialmente ha esaminato i prodotti Beats, ma in seguito ha esaminato le vendite del normale hardware Apple. Secondo il sistema di monitoraggio della concorrenza, Apple e Amazon potrebbero mantenere una “partnership che incide sulla concorrenza”. Si dice che questo sia rientrato in accordi proibiti, il che significa che altri rivenditori di elettronica non elencati nel piano di vendita ufficiale di Apple non sono autorizzati a commercializzare i loro prodotti.

Apple ha dichiarato in una dichiarazione che non c’era nulla di sbagliato dalla loro parte e che la multa sarebbe stata impugnata. Nessun primo commento da Amazon. Secondo Apple, l’obiettivo principale della collaborazione con una società di e-commerce è evitare di vendere banconote contraffatte. Lavorano a stretto contatto con i loro partner rivenditori per garantire che “i clienti acquistino beni reali”. Ci sono “team di esperti di tutto il mondo” che lavorano con agenti delle forze dell’ordine, dogane e commercianti.

READ  Italia: i socialdemocratici catturano tutte le principali città

Amazon e Apple collaborano ufficialmente dal 2018. In precedenza, Amazon non era il canale di vendita al dettaglio ufficiale di Apple e i prodotti provenivano solo da terze parti. Tuttavia, ora ci sono requisiti speciali per i rivenditori che vogliono offrire ufficialmente i prodotti Apple su Amazon. Inizialmente negli Stati Uniti – questo ha avuto un impatto sulle vendite di prodotti usati perché Apple ha permesso ai propri rivenditori di offrire l’offerta su Amazon solo se hanno raggiunto determinate cifre di vendita.

Altro da Mac e io

Altro da Mac e io

Altro da Mac e io


(B.Sc.)

Alla home page