Giugno 12, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Aree sciistiche in Italia: ascensore vuoto, parcheggi pieni

UNUna mezza dozzina di bambini si sono riuniti su Fitness Mountain per una lezione mattutina al sole. Poiché gli istruttori Sky in Italia sono invitati, la folla folle con moderato successo attira l’attenzione. I primi tentativi di flettere quasi tutto sono nella parte posteriore. Anche se questa montagna di allenamento è un prato a bassa pendenza.

Matthias Rup

Matthias Rup

Corrispondente politico per Roma, Italia, Vaticano, Albania e Malta.

Il gruppo di bambini sulla vicina pista Coca-Cola è già con il loro maestro. Fanno l’ultima curva parallela fino al tornello davanti all’ascensore di trazione, dove c’è un leggero jogging. Ovviamente non ci sono righe. Perché in Italia tutti i comprensori sciistici per sportivi dilettanti saranno chiusi fino al 5 marzo, per ordine del ministro della Salute Roberto Speranza da domenica sera. Il Veneto aprirà la sua stagione sciistica questo mercoledì. In Piemonte e Lombardia la partenza tardiva avrebbe dovuto essere data entro il 15 febbraio. Ma poi il ministro Speranza ha frenato sugli sci su consiglio del comitato scientifico e tecnico del governo.

Alcuni ascensori a fune e a seggiovia sono ancora in funzione nel comprensorio sciistico dell’Alpe del Neville. Le lezioni sono considerate una materia nella scuola di sci, ma non è un’attività del tempo libero. Questo è il motivo per cui gli studenti di sci e i loro insegnanti possono utilizzare l’ascensore. Tutti, compresi gli atleti dilettanti, possono andare sulle piste, è benedetto da molta neve ovunque in Italia ed è spesso ben accolto. Ma non sono autorizzati a usare gli impianti di risalita e, come Neville, parleranno avanti e indietro, anche se corrono sempre vuoti, senza gli sciatori.

READ  Il miglior Lampadario Shabby Chic: Recensione e guida all'acquisto

“Siamo davvero delusi.”

Nevegel è un piccolo comprensorio sciistico delle Alpi di fronte al Venezia, dai 1000 ai 1600 metri sul livello del mare. Dista 20 minuti di macchina dal capoluogo di provincia Belluno, situato nella Valle del Piao. In questa grande giornata per gli sport invernali molti bellunesi si sono recati sulla collina locale ei parcheggi sono completamente occupati. Con gli slittini e gli sci a spalla sgombrano montagne e pendii. Quasi tutti indossano protezioni per bocca e naso secondo le normative regionali, scivolando sotto le guance solo quando sono fuori. La maggior parte di loro segue anche le regole della distanza. Quasi nessuno qui ha simpatia per il rinnovo della chiusura delle aree sciistiche. Infine, il governo di Roma ha nominato la regione Veneto e altre regioni del nord, come la Lombardia e il Piemonte, “Zona Gialla”. Il dipartimento del turismo in difficoltà sperava di poter finalmente iniziare a metà febbraio.