Settembre 23, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Come l’Italia (no) ha dominato quando la serratura era chiusa


Roma –

Mentre si discute ancora dell’uscita dalla serrata in Germania, l’Italia è già un passo avanti: la nazione mediterranea ha revocato una serrata più dura a livello nazionale una buona settimana fa. Da allora, ci sono state immagini allarmanti e il virus dilaga in nuovi hotspot più violento che mai.

È stato come un sospiro generale: bar, ristoranti e negozi in Italia hanno riaperto dalla scorsa settimana. Finalmente il tempo è stato fantastico: in Sicilia, ad esempio, il record è stato misurato a 26 gradi! Milioni di italiani la scorsa settimana hanno vissuto in bar, pizzerie e persino spiagge a Roma, Milano, Napoli e Palermo. Finalmente torna indietro, finalmente torna con le persone!

Anche la vecchia Toledo a Napoli è stata sommersa dalla folla.

Foto:

Image Images / Independent Photography Company Int.

La polizia ha isolato le strade e le piazze

Tuttavia, le immagini di luoghi affollati hanno rapidamente destato preoccupazione. Il sindaco di Roma Virginia Rocky ha ammonito su Twitter: “Non dobbiamo dimenticare che l’emergenza non è ancora finita”.

Alla fine questo è bastato alla polizia della capitale: hanno fatto il giro di molte piazze e strade, in cui la maggior parte delle persone si aggirava in luoghi molto bassi, spesso senza maschere.

L’Alto Adige e il Perugia tornano nella posizione di blocco

Il divertimento si è concluso rapidamente nel sud Tirolo e nella provincia italiana centrale di Perugia. Il virus corona si sta diffondendo più velocemente che mai – due mutazioni, per essere esatti. Sebbene solo la variante britannica si sia finora diffusa in Alto Adige, Perugia è stata interessata anche dal Brasile.

READ  Il miglior Regoli Scuola Elementare: Recensione e guida all'acquisto

Potresti essere interessato a: 0 Molto difficile per nuove infezioni! Questo paese mostra: come funziona la serratura

In una città di circa 167mila persone, secondo il quotidiano “La Repubblica”, ogni ora viene ricoverato in ospedale un nuovo paziente governativo. Nella clinica più grande della città, Santa Maria della Misericordia, 70 medici sono risultati positivi, secondo La Repubblica, 60 dei quali avevano già ricevuto il primo vaccino. “Anche chi è guarito torna a contagiarsi” scriveva il quotidiano “Il Messagero”.

I perugini possono uscire solo in occasioni eccezionali.

I perugini possono uscire solo in occasioni eccezionali.

Foto:

Image Images / Independent Photography Company Int.

Conclusione: sia l’Alto Adige che il Perugia sono stati immediatamente richiusi. Gli asili nido, le scuole e le università come ristoranti, negozi, bar e caffè sono stati nuovamente chiusi da lunedì. Le persone non sono autorizzate a mangiare o bere in pubblico e devono lasciare le loro case solo per cose essenziali come fare la spesa o vedere un medico. Il sindaco di Perugia Andrea Romisi ha dichiarato al Corriere della Cera: “Sappiamo che è difficile da accettare, ma non abbiamo alternative”.

A Perugia i modelli presentavano almeno tre differenti mutazioni

La nuova serratura è stata già svelata venerdì. A Perugia, ad esempio, gli esperti hanno riferito di aver testato 42 campioni di vittime, 18 volte dalla Gran Bretagna e dodici volte dal Brasile. Due mutazioni che sono considerate significativamente più contagiose del virus originale sembrano quindi essere i tipi di corona primari a Perugia. Di particolare interesse: nei campioni sono state riscontrate anche le altre tre mutazioni finora non rilevate.

Potresti essere interessato a: “Ride on a razor blade”: l’uscita dell’Austria dal blocco corona

READ  Il miglior Tovaglia Rettangolare Cotone: Recensione e guida all'acquisto

“La situazione è mite, ma siamo fiduciosi che interverremo per tempo”, ha detto venerdì Donadella Desi, responsabile della Regione Umbria. Gli esperti sono scettici. Alcune scuole di altre province limitrofe a Perugia si rifiutano già di insegnare agli studenti direttamente da lì perché, secondo le prime analisi, i mutanti sono diffusi principalmente tra bambini e giovani.

Aumento del blocco e della mutazione: tempi brutti!

Gli osservatori ritengono che le pericolose specie di corona abbiano iniziato a esplodere quando il blocco è stato rimosso. Brutto momento! DC: “Spero che la nostra esperienza possa essere utile anche ad altre regioni”.

Claudio Tario, direttore generale dell’Umbria per la sanità regionale, dice: “Purtroppo, temo che succeda”.