Gennaio 16, 2022

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Consiglio di Stato per la nuova tassazione dei viaggiatori oltre confine

Il Consiglio di Stato ha approvato un nuovo accordo sui passeggeri transfrontalieri tra Svizzera e Italia.

Brevemente essenziali

  • Il Consiglio di Stato ha chiaramente approvato gli accordi 43 a 1.

Il Consiglio di Stato ha approvato un nuovo accordo sui passeggeri transfrontalieri tra Svizzera e Italia. La Svizzera tratterrà l’80 per cento della normale ritenuta alla fonte sul reddito dei viaggiatori che attraversano la nuova frontiera dall’Italia.

La proposta di regolamentazione del presidente dell’SVP Marco Ceza (SVP/TI) di sospendere il commercio fino a quando l’Italia non rimuoverà la Svizzera dalla sua lista nera di paradisi fiscali nel 1999 è stata respinta.

Il corrispondente Birmin Bischoff (Centro/SO) si è espresso a favore della maggioranza della commissione, affermando che con il nuovo accordo a favore della Svizzera, i viaggiatori che attraversano il confine sarebbero notevolmente tassati. Ciò consentirà alla Svizzera di disporre di più denaro rispetto al vecchio regolamento. Inoltre, il trasferimento fiscale per l’Italia terminerà definitivamente nel 2033 e verrà ridefinito il termine ridefinito nell’accordo.

Il ministro delle finanze Ueli Maurer ha appoggiato l’accordo. Si tratta di un significativo miglioramento in termini di gettito fiscale per la provincia del Ticino e la Svizzera. Ma questo è solo il primo passo di cui beneficerà la Svizzera. Il Consiglio federale cercherà di migliorare ulteriormente le relazioni.

L’attuale contratto per i passeggeri transfrontalieri valido risale al 1974 ed è tassato esclusivamente per i viaggiatori transfrontalieri in Svizzera, con l’Italia che ha il diritto di riscuotere il 38,8 per cento. Nel dicembre 2020, i due stati hanno concordato un nuovo accordo.

I passeggeri che attraversano la nuova frontiera sono quelli che entrano nel mercato del lavoro dopo l’entrata in vigore del contratto. Sono inoltre debitamente tassati dal loro paese d’origine. Tuttavia, il nuovo accordo elimina la doppia imposizione.

Dal 31 dicembre 2018, data di entrata in vigore del nuovo accordo, alle persone che lavorano o prestano servizio nelle province dei Grigioni, del Ticino o del Vallese si applicherà un accordo provvisorio. I viaggiatori che attraversano questo confine sono tassati esclusivamente in Svizzera.

In cambio, la Svizzera pagherà il 40% dell’imposta riscossa in Svizzera sui comuni di confine italiani fino alla fine dell’anno fiscale 2033. L’accordo necessita ancora dell’approvazione del Consiglio nazionale per entrare in vigore.

Dal canto suo, il governo italiano aveva già dato il permesso due settimane fa. L’Italia è fermamente convinta che il nuovo accordo migliorerà significativamente il vecchio regime.

Maggiori informazioni sull’argomento:

Birmin Bishop Mercato del lavoro Ueli Maurer Consiglio nazionale Consiglio federale Governo SVP Consiglio degli Stati


READ  Il miglior Bici Elettrica Uomo: quali sono le tue opzioni?