Settembre 24, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

“Fatica infettiva” in Italia: Rebellion for Survival

Gli italiani stanno conducendo la loro opposizione ai provvedimenti Corona in maniera molto più tranquilla e determinata rispetto agli altri cittadini europei. Ma si stancano anche delle infezioni.

Allegri, cordiali, creativi e sì, anche confusi, queste sono le qualità usate per descrivere gli italiani. Al contrario, la disciplina non ne fa veramente parte. Sono rimasti tutti sorpresi durante il primo blocco relativo al virus corona la scorsa primavera. Gli spiriti liberi divennero studenti modello. Le strade erano vuote e tutti seguivano rigorosamente le regole. Anche nel sud Italia. Vincenzo de Luca, Presidente della Regione Campania, ha informato i suoi concittadini che le forze di sicurezza dei Carabinieri avevano dei lanciafiamme e li avrebbero usati se qualcuno avesse osato tenere una cerimonia di laurea, ad esempio (una delle sue dichiarazioni di discorso) video).

Ma anche senza questa minaccia, anche i napoletani non avrebbero osato uscire o protestare contro la mossa. La paura dell’infezione era alta allora.

Da studente modello a ribelle

Un anno dopo l’epidemia, questa paura sembra diminuire sempre di più. Una volta che le misure sono un po ‘rilassate, le persone non possono più essere curate. Lo scorso fine settimana – da Milano a Napoli – i centri cittadini erano già affollati. Inoltre, sebbene la maggior parte delle regioni sia passata dall’arancione al giallo il giorno dopo, tra gli altri, caffè e ristoranti sono stati autorizzati a servire di nuovo al tavolo fino alle 18:00. Le immagini della folla in tribuna a Milano, di Via del Corso a Roma e del surf a Napoli hanno subito spento tutti i campanelli d’allarme. Politici e virologi hanno parlato immediatamente, avvertendo che qualcuno era a rischio di una terza ondata di infezioni.

READ  Il miglior Olio 31 Just: Recensione e guida all'acquisto

La folla di attivisti dello shopping per le strade italiane è infatti nulla in confronto alle violente manifestazioni contro le attività di Corona in Olanda, che il premier olandese Marc Rutte ha brevemente definito “violenza criminale”. Recenti manifestazioni a Vienna, in cui gli estremisti di destra hanno ripetutamente provocato la rabbia dei partecipanti, hanno recentemente spinto l’Ufficio federale di polizia criminale tedesco ad avvertire dell’escalation delle proteste della corona, piuttosto che vagare in Italia con un diverso “standard”.

Ma anche in Italia, le dimostrazioni del settore del personal business sono tornate più e più volte: qualche settimana fa, alcuni ristoratori hanno cercato di forzare l’apertura serale dei loro pub nonostante il divieto dei loro colleghi in tutta Italia. L’appello è stato più o meno vano, non a causa della multa minima. Forzare i propri diritti civili non è una delle caratteristiche degli italiani. Ricorda il tranquillo “Movemento Chart” iniziato da quattro amici nel novembre 2019 per ribaltare la vittoria del boss leghista di destra nelle elezioni regionali. Anche adesso, almeno per ora, le persone vogliono unire le loro differenze in una canzone “Non obbediamo” (“Non obbediamo”), oppure sfrutta ogni opportunità offerta e ogni buco per recuperare una parte pseudo-normale.

Anche gli italiani sono stanchi e confusi, sempre meno disposti a seguire ciecamente le regole. Molti sono stanchi di essere proiettati dai politici o accusati di aumentare i casi. Attraverso questo le opinioni divergono. Uno dei caffè sente più e più volte accesi dibattiti: con un totale di 90.000 vittime e una media di 500 morti al giorno, “coloro che non sono consapevoli del pericolo sono ancora lì” o altrimenti: “Nessun riposo significa che dobbiamo andare tutti fare la spesa allo stesso tempo. ”Altri dicono:“ Seguiamo le regole, quindi rilassati Abbiamo anche il diritto di esercitare le libertà che ci permettiamo ”. Ma ha aggiunto: “Ci chiederemo come sarebbe il settore della vendita al dettaglio se i clienti fossero ancora assenti dopo settimane di chiusura”.

READ  Il miglior Fucile Subacqueo Aria Compressa: quali sono le tue opzioni?

Entrambi i punti di vista sono comprensibili, ma la domanda rimane: se la maggioranza dei cittadini durante la prima serrata, sia in Italia che in altri Paesi, ha rispettato rigorosamente le regole per paura del contagio, perché non ora? Al contrario, l’epidemia non è stata ancora sconfitta. Ogni giorno impari a conoscere nuove e spesso infettive mutazioni del virus. Allora cosa c’è in mente? “L’Organizzazione Mondiale della Sanità chiama questo comportamento ‘stanchezza contagiosa’”, spiega la psicologa milanese Madeleine Castelli in un’intervista a ntv.de. Quindi siamo stanchi, siamo stanchi dell’epidemia.

Penso di essermi ribellato

Le cause di questa infezione si basano su due meccanismi: uno neurologico, o in altre parole un’intuizione, e uno sociale, cioè ambientale. “Nei primi momenti di emergenza, il sistema nervoso centrale e periferico funzionano a pieno regime, il che significa che si seguono le regole”, continua Castelletti. Ma finché dura l’emergenza, l’istinto più obbediente funziona. Lo psicologo cita come esempi coloro che vivono in una zona terremotata o lavorano in occupazioni pericolose. Le persone in questa emergenza permanente sono consapevoli dei rischi, ma stanno sempre più sottovalutando o negando o credendo nelle teorie del complotto. “Ma bisogna rendersi conto che non si può sopravvivere senza questa reazione intuitiva, se non in casi estremi”, insiste Castellotti.

Anche le componenti socio-psicologiche giocano un ruolo importante in queste rivolte, poiché gli esseri umani non solo sono guidati dall’intuizione, ma hanno anche capacità cognitive. “La politica ha un’enorme responsabilità con le sue strategie di comunicazione”, ha detto Castelletti. Ad esempio, cita la Slip Lottery, che è iniziata con premi in denaro per chi paga senza contatto: da un lato i cittadini devono fare la spesa per aumentare gli scambi, mentre allo stesso tempo ci si emoziona per una folla pericolosa ovunque.

READ  Il miglior Cinturino Orologio 18Mm: quali sono le tue opzioni?

Questo è vero: la comunicazione in un’area della politica spesso lascia molto a desiderare in termini di chiarezza, ma come l’ha detto Kant? “Abbi il coraggio di usare la tua causa.”