Gennaio 16, 2022

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Gli esuli d’Italia crescono in epidemia

Roma. Domenica scorsa, presso la Chiesa del Pellegrinaggio di Madonna a Monte Perico, Vicenza, si è svolta una spettacolare querela per possesso (presunta o effettiva): una donna di 28 anni ha improvvisamente aggredito e aggredito fisicamente un confessore, pronunciando insulti e imprecazioni blasfeme. Quando centinaia di fedeli hanno saputo dell’incidente, la chiesa è stata temporaneamente chiusa. Il prete chiamò quindi don Giuseppe Bernardi, l’esorcista della Chiesa del Pellegrinaggio: lui ei quattro monaci trascorsero otto ore a cercare di scacciare il demonio dal corpo della giovane.

“Normalmente, il male fugge dopo alcune ‘Ave Maria’, ma a volte il demone morde la persona e non vuole lasciarla”, ha spiegato Carlo Maria Rosado, abate della Chiesa del Pellegrinaggio. Esorcismo. “Alla fine eravamo tutti completamente esausti.” Dopo il rapimento, la donna è svenuta ed è stata portata in un centro di cura supervisionato a Verona. Un giornale locale ha scritto: “Scene simili all’orrore”. L’incidente è stato segnalato alla diocesi dalle autorità della Chiesa del Pellegrinaggio. I media hanno riferito che è intervenuto anche il pubblico ministero.

C’è un esorcista approvato in ogni diocesi d’Italia

Nella lingua e cultura tedesca e anglosassone, l’idea che l’esorcismo dei demoni sia ancora praticato nel 21° secolo è fastidiosa. Nei paesi meridionali e cattolici e soprattutto in Italia, patria della religione cattolica, sono ancora all’ordine del giorno. Nella sola Italia, l’Associazione Internazionale degli Esorcisti del Vaticano stima che i servizi di questi sacerdoti appositamente formati vengano utilizzati circa mezzo milione di volte l’anno. La tendenza è andata aumentando nel corso degli anni; Tra le epidemie che hanno portato con sé così tante sofferenze e incertezze, la domanda è nuovamente aumentata e si è impennata nel raggio d’azione.

In Italia ogni diocesi ha uno o più esorcisti autorizzati – e questi sono solitamente piuttosto onerosi considerando l’alto numero di richieste di aiuto da parte delle chiese. La Regina Apostoloram, Università del Papa a Roma, da molti anni offre corsi agli esorcisti. Lo scorso ottobre si sono iscritti al seminario il record di 137 sacerdoti e laici. Un totale di 250 esorcisti, psicologi, psicologi e aspiranti laici hanno parlato di esorcismo.

READ  Il miglior Catena Luminosa Solare: Recensione e guida all'acquisto

“Non litigare con il diavolo”

In linea di massima nessuno sfugge all’insistenza di Satana, insiste Ildebrando di Fulvio, l’esorcista che compie centinaia di esorcismi ogni anno nel grande monastero cistercense di Casamari, a sud di Roma. “Ma attenzione: molti credono di essere posseduti dai demoni, ma in realtà sono solo pochi”, insiste l’esorcista. Nella maggior parte dei casi, i malati soffrono di depressione generale o altri disturbi mentali. Prima che possa avvenire l’esorcismo, è necessario prima effettuare una visita psichiatrica e medica: questo è quanto prevedono le regole dell’esorcismo vaticano, scritte in “riti romani”. Il male esiste solo quando queste scelte non servono.

Dino Battiston, che da decenni lavora come esorcista a Vicenza, insiste sul fatto che la sua arma più potente è la convinzione di molti che il diavolo non esista nemmeno. “La gente si sente sola, si perde, e poi si aggrappa alla sostanza e al denaro, e si trasforma in un delirio di gelosia e di odio: questo è il primo segno del male”, il diavolo penetra nei nostri cuori”. Attraverso il portafoglio». Il seduttore, ha detto Francesco, ci dice: «Pensa questo, fa questo, è pericoloso litigare con lui come ha fatto Eva. Ma se entriamo in una conversazione con il diavolo, ci perdiamo. Non litigate con il diavolo”, ha detto il papa.