Ottobre 22, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Il 3G obbligatorio al lavoro riscalda le campagne elettorali in Italia

Dal 15 ottobre nessun dipendente potrà entrare nel proprio posto di lavoro senza un “pass verde”. A queste misure si oppongono i partiti di destra.

Dal 15 ottobre, tutti i settori pubblico e privato in Italia saranno tenuti a fornire la certificazione 3G. Gli italiani possono venire solo per lavoro vaccinato, guarito o testato. La controversa introduzione della regola 3G sul posto di lavoro innesca una campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative in diversi comuni italiani di domenica e lunedì, che coinvolge dodici milioni di italiani.

Il più grande partito nazionalista di destra di opposizione in parlamento, Fradelli de Italia (FdI – Fratelli d’Italia), critica la “decisione difficile di introdurre i vaccini obbligatori senza coraggio”. La necessità di un così ampio “pass verde” è commisurata alla necessità di vaccini mascherati, soprattutto in Italia dove i test corona si pagano e vanno ripetuti ogni tre giorni.

Il leader del partito dell’FDI Georgia Maloney ha condotto una campagna ad alta voce contro Green Boss per settimane, criticandolo come “discriminatorio”. Il melone non è un antidoto, ma è stato vaccinato due volte. Tuttavia, sostiene che chi non mostra un lasciapassare verde non può accettare di essere esonerato dal servizio senza retribuzione. Dopotutto, il diritto al lavoro è sancito dalla Costituzione italiana. Quindi, secondo Meloni, nessuno dovrebbe essere privato del diritto al lavoro.

Corona come gruppo bersaglio di sospetti e oppositori del vaccino

In qualità di nuovo arrivato nella destra italiana, Meloni ha attivamente condotto una campagna per i sospetti sulla corona e per i manifestanti anti-vaccini in vista delle elezioni locali di domenica e lunedì. Il partito post-fascista sente il vento in poppa in vista delle elezioni nelle grandi città come Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli. Nei sondaggi, con più del 20 per cento dei voti, compete con la Lega di destra per la posizione di partito più forte. Con il suo candidato sindaco Enrico Michetti, Meloni ha buone possibilità di conquistare l’importante carica di sindaco della capitale, Roma.

READ  Il miglior Rum Don Papa: Recensione e guida all'acquisto

Il boss della Lega Matteo Salvini lotta con il suo doppio ruolo: da una parte la sua Lega appartiene al governo e deve sostenerne i risultati, mentre il populista di destra come l’elettore ha sempre accusato Green Pass. L’ex ministro dell’Interno ha apertamente flirtato con il movimento antivaccino italiano “No Vox” e inizialmente si è espresso contro il dovere del 3G sul posto di lavoro. Salvini è in un dilemma poiché tre ministri della Lega nel governo del primo ministro Mario Draghi hanno votato per la regola del 3G, ma metà dei parlamentari della Lega ha votato a favore della decisione del governo sul 3G.

L’ex senatore della Lega Roberto Cstelli ha recentemente suscitato polemiche. Ha detto in televisione che soffriva di gravi problemi di salute dopo la vaccinazione ed era esposto a un serio rischio di trombosi. Dal punto di vista di oggi, non sarà più vaccinato, ha spiegato Castelli. Anche Daniela Santanze, un politico di spicco di Fratelli de Italia, ha aggiunto benzina sul fuoco: “Ero con il passaporto verde ovunque fino a quando ho scoperto di essere positivo nonostante fossi stato vaccinato due volte”, ha detto Santonze, che ha criticato il passaporto verde. Gli italiani sono stati vaccinati con un falso senso di sicurezza.

Inutile, anche se poco popolare: Draghi ha mostrato poco interesse per il dibattito

Il primo ministro Drake ha mostrato scarso interesse per il dibattito sul passaporto verde. L’obiettivo del capo del governo apartitico, che presiede il governo da febbraio, è “fare certe cose anche se non sono popolari”. L’ex capo della Banca centrale europea ha continuato a fare campagna per il vaccino e può puntare a successi. In Italia, l’83,3 per cento delle persone di età superiore ai dodici anni ha ormai ricevuto almeno una dose; Il 77,6% era completamente vaccinato. Ciò significa che l’Italia è in una posizione molto migliore rispetto ad altri paesi europei.

READ  Il miglior Tablet 10 Pollici Huawei: quali sono le tue opzioni?

Entro la metà di ottobre, Drake vuole raggiungere la copertura vaccinale del 90% della popolazione di età superiore ai dodici anni, sviluppando così praticamente l’immunità. Nonostante il “tragico effetto”, la campagna vaccinale ha perso slancio nelle ultime settimane: l’obiettivo rimane raggiungibile.

(Che cosa)