Settembre 25, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Italiano, Seemach im America Cup

Il “Luna Rosa Prada Pirelli team” ha vinto 7-1 contro l ‘”Inos Team UK” di Sir Ben Ainsley in una finale più impegnativa di Auckland. In finale, attende una lotta con la Nuova Zelanda.

L’Italia passa alla Coppa degli Stati Uniti per la terza volta dal 1992 al 2000. Luna Rosa Prada Pirelli ha battuto il britannico Sir Ben Ainslie Inos 7-1 nella finale Challenger prima di Auckland. Questo ha dato agli italiani il diritto di sfidare i difensori dei trofei della Nuova Zelanda nella 36a battaglia per la Coppa degli Stati Uniti dal 6 marzo.

Due vittorie di domenica sono bastate all’Italia per battere gli inglesi nella finale Challenger per la Prada Cup, con la barca “Britannia” che ha ceduto a causa di un vento debole. L’equipaggio di “Luna Rosa” è riuscito a farcela con l’idea unica di fare una barca veloce e due virate al timoniere. Il compito è condiviso da Francesco Bruni (Italia) e dal veterano vincitore della Coppa Jimmy Spittle (Australia). Il capo del team Max Sirena ha detto con le lacrime agli occhi: “Questo è un buon momento dopo 20 anni. Non è facile, ma ora lavoreremo ancora di più”.

Per Patricio Bertelli e il suo team, proprietario di una squadra corse italiana e appassionato cacciatore di trofei, questo è il sesto tentativo e due decenni dopo la prima vittoria, il secondo ingresso nella lotta di Coppa degli Stati Uniti. Nel 2000, il “Prada Challenge” di Bertelli ha perso la 30esima Coppa degli Stati Uniti 5-0 in Nuova Zelanda. Prima di questo, l’Italia sognava di vincere per la prima volta il trofeo più importante sulla barca internazionale alla 28a Coppa degli Stati Uniti nel 1992 a “Il Moro de Venice” di Ra ல் l Guardini. A quel tempo, l’Italia ha perso 4-1 contro gli Stati Uniti.

READ  Il miglior Naruto Funko Pop: Recensione e guida all'acquisto