Ottobre 22, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

L’Alto Adige si fa vivo quando si parla di vaccini in Italia

Secondo l’ultimo rapporto della Fondazione “Gimbe”, l’Alto Adige è ultimo con un tasso di vaccinazione del 61,3 per cento della popolazione vaccinata. La popolazione vaccinata ha più di 12 anni. Lombardia, parte d’Italia gravemente colpita dall’epidemia. La provincia di Trento (67,9 per cento) si colloca al 14° posto, ben al di sotto della media nazionale del 69,8 per cento.

In termini di quota di ultraottantenni che non hanno ancora ricevuto una dose, la Calabria è del 16,3 per cento davanti all’Alto Adige con il 16,1 per cento. È in Alto Adige il numero di giovani in Italia che non hanno ancora ricevuto una singola dose di vaccino.

E un tasso di vaccinazione più basso tra il personale scolastico

Tra i 12 ei 19 anni, il 52,2 per cento degli altoatesini non è ancora stato vaccinato.

L’Alto Adige è in testa alla classifica del personale scolastico non vaccinato (21,2 per cento) rispetto al Trentino (18 per cento) e alla Valle d’Asta (16,4 per cento). Quasi 1,5 milioni di giovani in Italia non hanno ancora ricevuto il primo vaccino.

I casi di Covit-19 in Italia sono diminuiti del 14,9% in una settimana. Ciò è in linea con il ricovero e la riduzione dei casi nel reparto di terapia intensiva, ha affermato la fondazione. Il numero dei decessi è costante.

In Italia, dal 15 ottobre, la regola 3G si applicherà a tutti i lavoratori, lavoro compreso.

Con l’obbligo di rilascio del cosiddetto passaporto verde, il titolare è stato vaccinato contro il Covit-19, è risultato negativo nelle ultime 48 ore, o ha dimostrato di essere recentemente guarito dalla malattia.

READ  Il miglior Capsule Compatibili Dolce Gusto Borbone: Scelto per te

Attualmente il pass deve essere già rilasciato all’interno di ristoranti, cinema o stadi, su treni intercity, bus e voli nazionali. C’è la vaccinazione obbligatoria per gli operatori sanitari e i pensionati.

Che cosa