Gennaio 29, 2022

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Ripartono i grandi centri vaccini – Südtirol News

Roma – A Roma, grazie al successo della campagna di vaccinazione e alle restrizioni decise in una fase iniziale, Green Pass, che inizialmente riguardava solo l’accesso ai ristoranti, è stato poi esteso. Il mondo del lavoro nel suo insieme, come la Germania e l’Austria, ha evitato la catastrofe di Corona.

Tuttavia, c’è un grande timore nel governo che i benefici del successo andranno persi, non a causa del processo infiammatorio e dell’emergere di nuovi ceppi di virus corona come B1.1.529. Per evitare ciò e per andare in sicurezza per i prossimi mesi, il governo romano è deciso ad attuare in pieno le disposizioni dell’ultimo decreto, che, tra l’altro, prevedono controlli ed estensioni più severi a chi non è vaccinato. Vaccinazione obbligatoria.

ABA / ABA / Demonbuild / Herbert Newfire

La vaccinazione continuerà a essere il tassello più importante della strategia italiana contro il contagio. Il commissario straordinario per il coordinamento delle misure contro l’emergenza Covit-19, generale Francesco Pavlo Figliolo e la sua squadra prevedono di consegnare 45 milioni di vaccini entro i primi di maggio. A tal fine verranno riaperti i principali centri vaccinali in Italia.

Facebook / Dipartimento della Protezione Civile

La strategia corona del governo rumeno continuerà a concentrarsi sulla campagna vaccinale nei prossimi mesi, con la riapertura di grandi centri di vaccinazione che hanno “chiuso” a settembre e ottobre. Dal 1 dicembre tutti gli adulti possono prenotare il vaccino di richiamo. Inoltre, in questi giorni è attesa l’approvazione da parte dell’Agenzia farmaceutica italiana AIFA per vaccinare i bambini di età compresa tra i cinque e gli undici anni.

APA / APA / ROLAND SCHLAGER / ROLAND SCHLAGER

Con una forte partecipazione alla campagna vaccinale, si prevede che entro l’inizio di maggio del prossimo anno verranno somministrate 45 milioni di dosi. In ogni caso l’Italia sembra essere ben armata. Oltre all’attuale stock di undici milioni di dosi di vaccino, l’Italia ha già promesso altri 17 milioni di dosi da parte dell’Unione Europea. Inoltre, Figliulo capolista potrebbe rientrare in 6,7 milioni di lattine già prenotate. Le restanti dosi ancora mancanti verranno distribuite dall’UE in base alla crescita della copertura nei prossimi mesi.

READ  Il miglior Paroliere Gioco Da Tavolo Italiano: Recensione e guida all'acquisto

Facebook / Dipartimento della Protezione Civile

In tutti i casi, tuttavia, ci saranno alcuni ostacoli. Non si può presumere che tutti gli individui che sono stati vaccinati si registreranno per il vaccino di richiamo. Si prevede una bassa affluenza tra i funzionari del governo. Inoltre, ci saranno disagi durante le vacanze. Portare avanti la terza dose cinque mesi dopo la seconda dose ha costretto quasi tutte le regioni a riprogettare le proprie campagne di vaccinazione.

Facebook / Dipartimento della Protezione Civile

Nel complesso, il governo romano ei suoi consiglieri attendono con ansia il periodo natalizio e i restanti mesi invernali. Secondo alcune fonti, il governo aspetterà prima di vedere l’effetto dell’esecuzione dell’ultima ordinanza, che prevede tagli drastici a coloro che non sono stati vaccinati e l’estensione dell’obbligo vaccinale ad altri gruppi professionali. Se le misure non sono adeguate, può essere deciso un ulteriore inasprimento, fino alla vaccinazione obbligatoria generale.

Da: Ka