Ottobre 22, 2021

PrettyGeneration

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia

Sci scomodo in Italia – Sci alpino

Matthias Goss lotta per il suo numero di partenza. Ent pentafoto

A sole due settimane dall’inizio della nuova stagione sciistica, ha suscitato scalpore il fallimento della FISI, l’Associazione Italiana Sport Invernali.

Se un atleta vuole correre con successo alla Coppa del Mondo, un buon numero di partenza, indipendentemente dalla disciplina. Per regolare l’ordine di partenza delle gare, la Federazione Internazionale di Sci mantiene la FIS World Cup Open List o WCSL in breve. I primi 30 gradi nei rispettivi campi possono iniziare con numeri da 1 a 30. Non sono più applicabili punti WCSL, ma punti FIS, che danno la possibilità agli atleti più giovani di posizionarsi velocemente ai Mondiali. Una volta che sei tra i primi 30 del WCSL, è difficile tornarci.

Questo è esattamente ciò che minaccia l’esperto italiano di velocità Matteo Case: non per le scarse prestazioni, ma per l’errore burocratico della FISI. Il 31enne (che aveva gareggiato solo in una gara l’anno precedente) non ha segnalato il suo infortunio alla FIS entro il 30 aprile. Di conseguenza, Case ha perso tutti i suoi punti WCSL.

“E’ successo l’impossibile”, ha riconosciuto a Linnet Mediaday il presidente della FISI Flavio Roda. Allo stesso tempo ha sottolineato che la sua associazione farà tutto il possibile per garantire che FISI e Casey siano puniti. Altrimenti dovrebbe iniziare con un numero molto alto in futuro.

Suggerimenti

READ  Il miglior Bluetooth Usb Auto: quali sono le tue opzioni?